Come creare e utilizzare un RamDisk per aumentare la durata SSD

Memorizzare grandi quantità di dati con alta velocità di accesso è finalmente un’operazione alla portata di chiunque grazie alle unità a stato solido (ssd), anzichè gli hard disk classici, ma sono notevolmente più costose rispetto agli hard disk tradizionali.

Con gli SSD, la frammentazione non è più un problema, la rumorosità è assente, vi è una maggiore resistenza agli urti, minori consumi elettrici (avete provato a sostituire l’hard disk tradizionale del vostro portatile con un hard disk ssd e a verificare dopo la sostituzione l’effettiva durata della batteria ?) ma la completa assenza di parti meccaniche non significa che siano indistruttibili. Ancor oggi il principale limite degli hard disk ssd sono i cicli di scrittura e, qualora utilizziate il PC per editing video o audio oppure qualsiasi altra operazione che richiede alto numero di scritture su disco fisso, il consiglio è munirsi di un RamDISK.

Indice:

Cos’è un RamDisk ?

Un RAMDisk (o RAM drive) è un’unità disco generata da un software che memorizza le informazione nella memoria (RAM) anziché su un’unità disco fisica. Memorizzando le informazioni in RAM il recupero dati è velocissimo a scapito di un costo maggiore per GB.

Le prestazioni di un RAMDisk sono ordini di grandezza superiori rispetto ad altri supporti di memorizzazione, come un SSD (fino a 100X) e un disco rigido (fino a 200X). Questo aumento delle prestazioni è dovuto a molteplici fattori, tra cui il tempo di accesso, il throughput , il tipo di file system e altri fattori. Con un RAMDisk migliora anche il tempo di accesso (vi è nessuna parte meccanica) ma si tratta pur sempre di una memoria volatile, il che significa che i dati andranno persi in caso di perdita di alimentazione, intenzionale (riavvio o spegnimento del computer) o accidentale (interruzione dell’alimentazione). A volte ciò è auspicabile: ad esempio, quando si lavora con una copia decrittografata di un file crittografato o per memorizzare la cache di una pagina Web.

Perchè un RamDisk ?

Uno dei vantaggi potenziale è la velocità. Esistono benchmark che mostrano RAMDisk capaci di raggiungere velocità di lettura / scrittura sequenziali di oltre 5.000 MB / s (di gran lunga superiore al miglior SSD in commercio). La seconda motivazione che ci spinge a suggerire questa soluzione è la riduzione dei cicli di scrittura su SSD (in tal modo aumentata la vita del vostro SSD). Il terzo vantaggio è la volatità delle informazioni il che rende un RAMDisk adatto per la memorizzazione dei file temporanei del vostro browser oppure di documenti importanti che verranno cancellati automaticamente alla chiusura del PC.

Quale programma ?

Se siete interessati alla creazione di un RAMDisk il consiglio è scaricare il software DataRAM RAMDisk (link per il download disponibile al termine dell’articolo) oppure acquistare la versione Lite. La principale differenza fra le versioni proposte è la quantità di RAM che potete assegnare al disco virtuale. La versione a pagamento (Lite) vi consente di sfruttare 12GB a fronte di un costo di 13$ mentre la versione gratuita (non più disponibile sul sito web ufficiale) supporta fino a un massimo di 4GB.

La procedura di installazione non presenta particolari difficoltà. Premete il pulsante Install per avviare la procedura di installazione e ricordatevi di premere il pulsante OK quanto Windows chiede di confermare le modifiche al sistema. Al termine premete pulsante OK per confermare l’installazione del driver di RamDISK.

Controllate le schermate in allegato per le impostazioni di configurazione.

  • Settings – Assegnare a RamDISK 4092 MB di RAM. Date il segno di spunta a Create TEMP Directory, Set Disk Label e impostate una partizione FAT32 (FAT32 Partition).
  • Load/Save – Rimuovere il segno di spunta a Load Disk Image at Startup
  • Options – Dare il segno di spunta a Do not create backup file when saving disk image, Do not compress image file on NTFS filesystems, Clear Ramdisk memory on exit.

Al termine è consigliabile modificare la lettera di unità assegnata da Windows al nuovo drive RamDISK. Nell’esempio è stato impostato il drive A.

  1. Premere la combinazione di tasti WIN + X
  2. Selezionare dal menu l’opzione Gestione Computer
  3. Cliccare nel menu laterale l’opzione Gestione Disco
  4. Spostarsi con il mouse sopra il disco interessato, cliccare il tasto destro e selezionare dal menu contestuale la voce Cambia lettera e percorso di unità.
  5. Premere il pulsante Cambia, selezionare dal menu a discesa il nuovo percorso di Unità dopodichè premere il pulsante OK.

NOTA – Questo software è stato testato su Windows 10, Windows 8 e Windows 7. Non garantiamo il funzionamento con versioni differenti di Windows.

Memorizzare grandi quantità di dati con alta velocità di accesso è finalmente un'operazione alla portata di chiunque grazie alle unità a stato solido (ssd), anzichè gli hard disk classici, ma sono notevolmente più costose rispetto agli hard disk tradizionali. Con gli SSD, la frammentazione non è più un problema, la rumorosità è assente, vi è una maggiore resistenza agli urti, minori consumi elettrici (avete provato a sostituire l'hard disk tradizionale del vostro portatile con un hard disk ssd e a verificare dopo la sostituzione l'effettiva durata della batteria ?) ma la completa assenza di parti meccaniche non significa che siano…
DataRAM RAMDisk è un software che memorizza le informazione nella memoria (RAM) anziché su un'unità disco fisica. DataRAM RAMDisk è un software che memorizza le informazione nella memoria (RAM) anziché su un'unità disco fisica. Esistono benchmark che mostrano RAMDisk capaci di raggiungere velocità di lettura / scrittura sequenziali di oltre 5.000 MB / s

Dataram RAMDisk

Facilità d'uso
Quantità di funzioni

DataRAM RAMDisk è un software che memorizza le informazione nella memoria (RAM) anziché su un'unità disco fisica. DataRAM RAMDisk è un software che memorizza le informazione nella memoria (RAM) anziché su un'unità disco fisica. Esistono benchmark che mostrano RAMDisk capaci di raggiungere velocità di lettura / scrittura sequenziali di oltre 5.000 MB / s

Download
User Rating: 5 ( 1 votes)

Aggiungi un commento

Articoli Recenti

Seguici su: